Aziende ZEC alle Canarie

con 2 commenti
Share

Industria MeccanicaCosa significa essere un’azienda alle Canarie?

Non tutti sanno del particolare regime fiscale esistente alle Isole Canarie!

Queste isole sono territorio Spagnolo ma regione autonoma.

Per la loro lontananza dall’Europa, sono considerate “territorio Ultraperiferico” bisognoso di aiuti.

In accordo in primis con lo Stato centrale, la Spagna, e con autorizzazione ed approvazione anche dell’Unione Europea, adottano un particolare regime fiscale.

Questo particolare regime ha lo scopo di attirare investimenti nella regione, incentivare lo sviluppo e l’occupazione e diversificare l’economia sfruttando il territorio non solo a livello turistico (settore già famoso ed in continua evoluzione) ma anche dal punto di vista industriale e commerciale.

Un particolare incentivo (uno dei tanti) è la possibilità di inserire le aziende di nuova costituzione nelle Canarie in una categoria particolare. Le cosiddette Aziende ZEC.

In questo articolo cerco di essere sintetico e chiaro, le cose e le considerazioni da dire sull’argomento sarebbero davvero tante e vi rimando per questo alla guida sulla fiscalità delle Canarie.

Allora … si tratta del riconoscimento del merito, da parte dell’ente gestore, di essere azienda ZEC. Le caratteristiche per essere meritevole di entrare in questa categoria di aziende non sono molte. Ve ne indico alcune solo per farvi capire la semplicità nei requisiti:

  • essere una entità di nuova costituzione (società o anche succursali)
  • almeno un amministratore deve essere residente alle Canarie
  • realizzare un investimento (entro i primi due anni di attività) di almeno € 100.000 (se si sceglie come sede dell’Azienda le isole di Gran Canaria o Tenerife) o almeno € 50.000 (nel caso la sede sia nelle altre isole)
  • creare posti di lavoro entro i primi 6 mesi di lavoro, precisamente 5 o 3 posti di lavoro a seconda dell’isola sede dell’attività
  • l’oggetto sociale rientri nelle attività permesse per le aziende ZEC (praticamente quasi tutto)

Veniamo ora al punto veramente interessante, a molti sembra impossibile però queste aziende hanno un imposizione pari al 4%, fino ad una base imponibile di € 1.800.000, oltre a questa soglia si pagano le tasse normali del 20%.

Non sto qui adesso a spigarvi l’aumento di questa soglia in base ai dipendenti (per farla semplice € 500.000 di maggiorazione nel imponibile per ogni dipendente in più).

Insomma! State leggendo bene … pagano il 4% di tasse.

Non è finita perché possono diminuire tale 4% fino ad arrivare ad un 0,4% sugli utili sfruttando gli altri incentivi fiscali del particolare regime fiscale delle Canarie.

Il “rovescio della medaglia”:

  • i controlli ci sono, sia da parte del ente ZEC che da parte dell’Agenzia Tributaria che sorveglieranno il corretto svolgimento delle cose (i controlli non sono come in Italia, vengono preannunciati), d’altronde sarebbe assurdo voler evadere con una tassazione del genere!
  • l’autorizzazione da parte della UE per sfruttare tale possibilità è, attualmente, per domande di partecipazione alla ZEC presentate entro il 31/12/2020.
  • gli investimenti “iniziali” (i € 100.000 o € 50.000) devono essere fatti nelle Canarie e mantenuti fino a che l’azienda appartiene al tipo ZEC, stessa cosa per i dipendenti minimi (5 o 3).
  • Eventuali investimenti per la ulteriore riduzione della base imponibile dovranno essere mantenuti in azienda per 5 anni, tra gli investimenti possibili ci sono anche i titoli pubblici delle Canarie o altro.

L’ho fatta molto breve ma … mi sembra chiara per capire di cosa si tratta!

Per l’eventuale interesse nel creare tali aziende sono a completa disposizione.

Per maggiori e migliori informazioni sul sistema Canarie potete scaricare le Guide o contattarmi senza esitazione.

2 Risposte

  1. Marco strapazzon
    | Rispondi

    Ho una azienda che produce particolari per Macchinari del settore molitorio inoltre ho un figlio da 19 anni che lavora con me e potrebbe essere lui la persona da trasferire alle Canarie

    • LivCanarie
      | Rispondi

      ti ho risposto tramite email

Lascia una risposta