Boletín elétrico – cos’è e perché è necessario

Vivere alle Canarie significa anche conoscere le regole vigenti nel paese, per il lavoro, per la vita di tutti i giorni!

In particolare il boletín elétrico è un certificato necessario per lo svolgimento di una attività commerciale.

Boletín elétrico

Anche in Spagna come in Italia sia le abitazioni che i locali commerciali devono avere il certificato di idoneità dell’impianto elettrico, il boletín elétrico.
Non lo confondiamo con il certificato energetico che è tutt’altra cosa e riguarda l’immobile sotto altro aspetto che il certificato di cui andiamo a parlare.

Il Spagna si chiama boletín eléctrico o certificado de instalación elétrica (CIE).

Cos’è il boletín eléctrico?

Bene … è un documento che certifica il buono stato del nostro impianto elettrico ed è necessario per la somministrazione dell’energia elettrica.
È rilasciato da un tecnico abilitato che può essere un elettricista, un ingegnere, un architetto o l’impresa che ha fatto l’impianto e che abbiano l’autorizzazione o il certificato di professionalità approvata per legge (842/2002). Il certificato riporta vari dati quali il tipo di impianto, la potenza massima che può sopportare, l’ubicazione dei diversi componenti e in definitiva tutte le particolarità dell’impianto.

Quando abbiamo bisogno di questo certificato?

Il caso più frequente per il quale viene richiesto il boletín eléctrico è la somministrazione dell’energia elettrica. La distributrice dell’energia richiederà il certificato per verificare l’idoneità dell’impianto al somministro. Altro motivazione per la richiesta è dare l’idoneità dei locali all’uso richiesto da parte di chi li andrà ad usare, per esempio l’uso abitativo e quindi l’abitabilità per le case o la richiesta di una licencia de apertura di un locale.

Andiamo ad elencare comunque i casi in cui viene richiesto il boletín eléctrico:

  • quando andiamo a contrattare un nuovo contratto di fornitura di energia elettrica
  • se andiamo a richiedere una potenza maggiore di energia
  • quando c’è un cambio di titolarità dell’impianto
  • quando il nostro impianto è più vecchio di vent’anni
  • quando c’è lo stacco per morosità
  • quando, nei locali commerciali, c’è un cambio di attività o si registra una nuova attività.
Quanto può costare un boletín eléctrico?

Da quello che si legge nei vari articoli che si trovano in rete a riguardo non c’è un prezzo standard ma dipende dall’installatore, dall’impianto e dalle tasse che certe Comunità Autonome Spagnole chiedono.

Possiamo dire che un prezzo ragionevole per impianti diciamo “normali” potrebbe essere tra i 200 e 300 euro, ovviamente il tecnico è libero nei prezzi ma si spera sempre nella onestà di quest’ultimo.

Normativa e Requisiti

Il Real Decreto 842/2002 corrispondente al Reglamento electrotécnico de baja tensión è la legge che regolamenta il boletín eléctrico. Il regolamento dice anche che è obbligo del proprietario dello del locale (inteso non come proprietario delle mura ma come anche inquilino) è obbligato a tenere l’impianto elettrico in ordine in maniera tale da proteggere le persone e i beni nei locali.

Come detto prima il certificato ha una validità di 20 anni e deve essere aggiornato con le eventuali modifiche che vanno fatte. Le modifiche fatte all’impianto devono essere fatte da professionisti qualificati.

È importante avere una copia del boletín eléctrico ed aggiornarlo a seguito di variazioni nell’impianto, le autorità possono eseguire un’ispezione e raccomandare dopo la riparazione delle ispezioni periodiche successive.

La documentazione

La documentazione completa consta di:

  • Certificado de instalación eléctrica (CIE)
  • Memoria técnica de diseño (MTD)
  • gli allegati che sono un diagramma lineare, uno schizzo dell’impianto ed il manuale per l’utente.

Normalmente per le normali procedure dalle autorità o compagnie elettriche viene richiesto solo il Certificado de instalación eléctrica (CIE).

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *