PENSIERI …

Perché pagare un professionista in Italia?

Ho avuto qualche difficoltà nel trovare un titolo a questo articolo!

In effetti ho deciso di scriverlo e le cose che mi girano in testa sono veramente molte.

Fanno capolino un insieme di sensazioni: stupore, rabbia, scetticismo, incredulità ma anche comprensione.

Sono anche convinto che quello che scriverò susciterà un mare di critiche … speriamo bene!

…Vi spiego perché!

Il tutto parte da un articolo e filmati che ho visto e che, da quello che ho capito, hanno suscitato indignazione e offesa nei commercialisti italiani.

A mio avviso, più che indignazione e offesa, avrebbe dovuto far scaturire pensieri ben più profondi, ed è da qui che mi scaturiscono i sentimenti sopra citati che vi spiegherò più avanti.

Intanto … l’articolo e filmati in questione sono quelli che riguardano l’escapologo fiscale, di cui potete vedere anche il servizio fatto dalle Iene di Mediaset e della trasmissione Tagadà sul LA7.

Questo “escapologo fiscale” oltre tutto non è neppure una figura nuova ad altri livelli! Magari con altri nomi, ma pensate ai professionisti che stanno dietro alle multinazionale o alle aziende che se lo possono permettere e che gli fanno risparmiare un sacco di soldi studiando i migliori modi legali per “organizzare fiscalmente” l’azienda. Questo avviene in tutto il mondo!

Torniamo nel nostro piccolo! (e adesso mi sento già la folla che mi lincia).

Questo “escapologo fiscale” in effetti, non fa altro che quello che dovrebbe essere fatto dai Commercialisti o Consulenti Fiscali o Altri vari ed eventuali!

Qual’è il problema!

Che i Commercialisti e gli altri Professionisti italiani sono talmente oberati da una quotidianità fatta di studio di nuove leggi e nuovi adempimenti, calcoli e stracalcoli, registrazioni varie, burocrazia, che hanno perso la cognizione del proprio vero lavoro di Consulenti dei propri clienti!

Comincio a dare motivazione ai miei sentimenti!

Sono stupito … che i Commercialisti, Dottori e quindi persone studiate si stiano facendo cambiare il loro lavoro, se lo stiano facendo trasformare sotto gli occhi senza praticamente reagire. Da Consulenti a semplici Contabili!
C’è una convenienza anche da parte loro?
E’ più facile incassare sfruttando l’ignoranza dell’imprenditore, facendo sempre le stesse cose e senza quindi analizzare le imprese e consigliarle su quello che potrebbe essere meglio per loro?
Questo è sempre capitato anche a me! Sentivo il commercialista solo quando c’era una scadenza da pagare, anzi … negli ultimi periodi arrivava solo una e-mail!
Una volta che mi avesse chiamato per dirmi cosa era meglio che facessi per risparmiare un po’ di soldini, soldini che poi alla fine sarebbero rimasti in azienda per essere reinvestiti tutto allo scopo di crescere e prosperare!

Mah! Forse ho sbagliato io il rapporto con lui!

Sono arrabbiato … perché anch’io in questo momento sto parlando delle Stato come un nemico da combattere, quando invece lo Stato è l’insieme dei cittadini e dovrebbe essere un aiuto, un supporto a tutti i cittadini e imprese. Non dovrebbe, come alla fine accade, ostacolare lo sviluppo e, praticamente, vedere il cittadino come un bugiardo e disonesto e volerlo solo castigare.
Questo di fatto è quello che succede!

Sono scettico … che le cose alla breve possono andare meglio! Si è innescato un meccanismo che porta all’autodistruzione. A detta di tutti ci vorranno anni per ristabilire un ordine che possa portare l’Italia a una nuova vera crescita e benessere!

Sono incredulo … quando vedo tutta la buona volontà degli imprenditori italiani finire sotto le scarpe.
Sono incredulo … quando la genialità insita in un popolo, per riuscire a concretizzarsi e realizzarsi deve entrare in altri sistemi che la sanno accogliere e sfruttare.

Comprendo … perché sia così insita nell’Italiano l’idea di evasione! Magari fra un po’ viene considerata un uso e consuetudine!.

Comprendo … che per autodifesa l’imprenditore cerchi nuove mete! Nuovi posti più favorevoli ed accoglienti per la propria impresa. Dove il lavorare sia una cosa piacevole e l’ambiente lo stimoli a fare di più dandogli delle soddisfazioni che in Italia è sempre più difficile avere!

La mia esperienza mi porta per esempio alle Canarie. Il Governo delle Isole non fa la guerra a chi vuole investire anzi lo rispetta lo aiuta con la burocrazia snella e con la giusta tassazione, lo premia se assume personale del posto, e ti aiuta a far crescere la tua azienda, il governo e sempre disponibile. Ti riceve e ti parla come amico senza presunzione, fantascienza? NO semplicemente un paese, o meglio regione che vuole investire assieme agli imprenditori per creare un ambiente migliore per tutti!

DIFFERENZE

ITALIA

Il governo non ti aiuta

Ti fa pagare tasse per ben il 68%

Se assumi ti aumenta le tasse

Burocrazia da paura

Si inventa leggi per sanzionarti dal oggi al domani

Fa del tutto per mandarti fuori dall’Italia

 

CANARIE

Il governo ti aiuta se vuoi fare impresa, come?

Burocrazia snella

Ti fa pagare giuste tasse, circa il 20% pressione fiscale!

Se assumi ti premia

le Istituzione fanno di tutto per farti restare nel territorio, per farti crescere, per far si che lavori e dai lavoro alla sua popolazione.

In effetti l’imprenditore Italiano, a ben analizzare le cose, non si vuole spostare solo perché paga troppe tasse (anche se sono comunque una parte importante della decisione) ma anche per trovare un ambiente meno ostile, più snello, che non lo distolga troppo dal suo primario interesse … la sua azienda!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *