I dubbi di un Pensionato Italiano (parte 2)

Passiamo alla 2ª domanda (per chi si fosse perso la 1º leggete qui):

2 se hai un appartamento in Italia e prendi un appartamento in Mallorca devi pagare le tasse in Italia come seconda casa?e all’incontrario ?

Premetto sempre che, sto parlando come principio generale in quanto non conosco la tassazione a Mallorca essendo io alle Isole Canarie.

Nel momento in cui una persona si trasferisce con la residenza all’estero, abbiamo già detto che i redditi della persona verranno tassati nel nuovo paese di residenza, ma, per quanto riguarda la casa di proprietà, che prima era considerata 1ª casa, e quindi aveva una tassazione per esempio IMU da 1ª casa, adesso non lo è più! Verrà considerata come 2ª casa, non essendo più la casa dove si vive avrà una tassazione maggiore! 

Gli eventuali altri immobili di proprietà rimangono considerati come prima.

Cosa diversa invece per i redditi derivanti dall’eventuale guadagno che si ha dallo sfruttamento del bene in Italia,  cioè l’affitto della casa, dell’appartamento o immobili!

I guadagni saranno tassati in Italia (cedolare fissa o altre forme), questi guadagni netti (cioè dopo la tassazione) assieme agli altri redditi (per esempio la pensione) faranno il monte reddito tassato all’estero.

Il commercialista a cui vi affidate nel nuovo paese di residenza vi dirà se i redditi derivanti dagli affitti delle case saranno soggetti o meno a tassazione, visto che hanno già subito una prima tassazione in Italia. Io penso di si!

Questo succederebbe anche in Italia, in effetti, metti caso che andiate a vivere da un figlio e che la vostra casa fosse affittata, quell’affitto verrebbe tassato prima quale guadagno e poi farebbe parte del vostro reddito complessivo.

Alla seconda parte della domanda cioè:

e all’incontrario ?

… rispondo che è lo stesso! 

Nel momento che siete residenti all’estero non dovete più rendere conto all’Italia delle vostre proprietà e redditi, questo lo dovete fare al nuovo paese di residenza!

Quindi … dovete informare il nuovo Stato di residenza dei vostri beni (anche in Spagna come in Italia è così, vedi l’articolo Modello 720 – obbligo per i residenti in Spagna), sia che questi beni siano dove risiedete, sia che siano fuori del territorio dove risiedete adesso, cioè all’estero (l’Italia è diventata estero). Questo è a solo titolo informativo! 

Dovete pagare, al nuovo Stato di residenza, le tasse sulla somma di tutti i vostri redditi, che saranno la pensione e tutti i redditi che percepite. 

Se avete acquistato una casa nel territorio di nuova residenza dovrete pagare, se ci sono, le tasse su quel o quei immobili (IMU in Spagna si chiama IBI).

Moltissimi Pensionati Italiani rimangono un po’ delusi dal fatto che una volta all’anno devono pagare delle tasse nel nuovo paese. In effetti non sono abituati a questo in quanto l’Italia si trattiene ogni mese le tasse dalla pensione e quindi quest’ultima viene data al netto. In questo modo, salvo non avere altre fonti di reddito, non serve fare nulla.

Non dimenticate che la pensione all’estero vi viene data al lordo delle tasse e verrà tassata con una dichiarazione dei redditi che dovrete compilare!

Se il nuovo Paese di residenza ha una tassazione favorevole, ovviamente, vi rimarranno alla fine più soldi sul conto.

Spero di essere stato abbastanza chiaro nel tentativo di spiegare in maniera semplice e vi ricordo che eventuali aiuti, commenti o qualsiasi altro supporto è ben gradito, sempre che sia per chiarire, completare o correggere l’argomento.

Vi aspetto per la 3ª domanda …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *