Differenza tra omologazione, riconoscimento, equivalenza e convalida

A seconda di quello che dobbiamo far riconoscere in Spagna in riferimento a titoli di studio, lauree, corsi e professioni ci sono diversi iter da portare avanti e conoscenze da provare. Omologazione, riconoscimento, equivalenza o convalida, cosa dobbiamo fare?

Aggiornamento:

Abbiamo instaurato un nuovo servizio per aiutarvi con la omologazione dei titoli di studio e non solo.
Per contattarci vi preghiamo di andare alla nostra pagina Riconoscimento titoli di studio e compilare il form relativo al servizio nella relativa pagina dedicata.
Buona lettura

Sono sempre di più le persone che ci chiedono di far riconoscere i propri titoli accademici e professioni in Spagna.

Le motivazioni vanno dal continuare gli studi in questo paese sia per le scuole secondarie ma anche per studi e master universitari, ma anche, volendosi trasferire dall’Italia, per continuare la propria professione in questo paese.

Perché far riconoscere il titolo di studio o la professione in Spagna!

Ecco che diventa fondamentale farsi riconoscere quello che si è già fatto nel proprio paese d’origine e, se possibile, continuare sia negli studi ma anche professionalmente da dove si è lasciato evitando al massimo ulteriori perdite di tempo.

Nell’ambito professionale, soprattutto, le capacità acquisite e l’esperienza accumulata possono essere grossi punti a favore per trovare più velocemente le giuste collocazioni lavorative ed in società.

Omologazione: equivalenza e convalida, quali sono le differenze?

Omologazione titolo di studio

La prima distinzione riguarda la omologazione dei titoli di studio. La equivalenza o convalida (Homologación o Equivalencia e Convalidación).

Entrambi hanno lo scopo di riconoscere un titolo di studio o studi stranieri in Spagna.

Con l’equivalenza si va a chiedere che il proprio titolo di studio sia riconosciuto equipollente ad un titolo di studio conseguito nel Paese ospitante, nel nostro caso la Spagna.

Una volta terminato il processo con esito positivo il titolo avrà la stessa valenza del corrispondente titolo spagnolo con tutte le conseguenze e i benefici che ne conseguono.

La procedura di Equivalencio (o Homologación) ha puro valore accademico.

La convalida invece ha lo scopo di riconoscere la validità degli studi effettuati fino a quel momento nel paese di origine per poter continuare in Spagna.

Non è necessario aver conseguito un titolo, gli studi possono anche essere parziali.

Non serve la procedura di convalida per l’inserimento nella scuola primaria o secondaria. Sarà invece necessaria la convalida nel caso in cui si debba accedere al Bacilerato (cioè la 3ª liceo per l’italia)

La procedura di convalida permette (in deroga) allo studente di poter accedere immediatamente alla scuola senza aspettare il termine della procedura.

Riconoscimento professionale

Per quanto riguarda invece il riconoscimento della professione è la procedura con la quale si va a richiedere che la professionalità ottenuta nel proprio Paese sia riconosciuta e che possa essere professata alla stessa maniera dei cittadini di quel paese che la esercitano.

Le professioni possono essere professioni regolate o professioni che hanno alla base delle formazioni professionali.

Di seguito tratteremo meglio la definizione di professione regolamentata.

Per il momento diciamo solo che sono tutte quelle professioni che sono “regolate” a livello Europeo e che normalmente hanno bisogno di una abilitazione per poter essere svolte.

L’abilitazione può essere ottenuta tramite il tutolo di studio o un esame di Stato e/o l’iscrizione ad un albo professionale.

Non sempre il riconoscimento professionale è così “semplice” e “veloce”.
Per determinate professioni regolate è necessario essere in possesso di titoli o equivalenze a titoli spagnoli specifici per la professione.

È anche da dire che, soprattutto alcune specializzazioni mediche, non possono essere riconosciute in Spagna in quanto non sono delle specializzazioni esistenti in questo paese.

Professioni regolamentate.

Abbiamo già dato una definizione per quel che riguarda le professioni regolamentate nei paragrafi precedenti.

L’elenco completo delle professioni regolamentate si trova nel Anexo 1 del Real Decreto 967/2014 de 21 de noviembre. Queste sono:

MédicoIngeniero AgrónomoIngeniero Técnico Naval
VeterinarioIngeniero de MontesIngeniero Industrial
EnfermeroIngeniero Naval y OceánicoIngeniero Aeronáutico
FisioterapeútaIngeniero de Caminos, Canales y PuertosArquitecto Técnico
DentistaIngeniero de MinasIngeniero Técnico Industrial
FarmacéuticoIngeniero de TelecomunicaciónIngeniero Técnico de Telecomunicación
LogopedaArquitectoIngeniero Técnico en Topografía
Óptico-OptometristaIngeniero Técnico de MinasMaestro en Educación Infantil
PodólogoIngeniero Técnico de Obras PúblicasMaestro en Educación Primaria
Terapeuta OcupacionalIngeniero Técnico AeronáuticoAbogado
Dietista NutricionistaIngeniero Técnico AgrícolaProcurador de los Tribunales
Psicólogo General SanitarioIngeniero Técnico ForestalProfesor de Educación Secundaria Obligatoria y Bachillerato, Formación Profesional y Enseñanzas de Idiomas

Le professioni regolate hanno alla base formativa determinati titoli di studio.
Alcune professione per poter essere svolte in Spagna hanno bisogno di Master o Titoli di studio ulteriori e specifici.

Professioni regolamentate che hanno bisogno ulteriori studi.

Ci sono però 4 professioni: Avvocato, Procuratore del Tribunale, Architetto e Psicologo Generale Sanitario per le quali c’è bisogno di un particolare percorso di studi per essere paraticate in Spagna.

A queste specialità sarà richiesto un master abilitante che quasi mai è compensato dagli studi italiani.

Nel caso in cui sia richiesta una equivalenza a degli titoli di studio spagnoli bisogna anche mettere in conto la necessità di una certificazione linguistica, certificazione DELE , requisito necessario per la procedura di equivalenza.

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments