NIE e Residenza in Spagna!

NIE e residenza in Spagna

NIE e residenza, empadronamiento, domicilio. 
Questi termini sono la maggior parte delle volte confusi tra di loro. 
Cerchiamo di mettere chiarezza.

Prendo spunto per questo articolo da una domanda fatta nel Blog da un utente che ringrazio per questo.

Buongiorno,
vorrei sapere cosa si intende per residenti. Il fatto di avere il solo NIE verde o essere fiscalmente residenti?
Grazie

La residenza è il luogo in cui una persona ha la dimora abituale (cioè vive in modo stabile e duraturo).
La residenza va fissata in un determinato Comune e questo ha effetti importanti per la vita sociale di ogni cittadino.

NIE Verde = residenza, anche alla Canarie

Il “NIE verde” è la residenza! Viene volgarmente detto “NIE verde” ma non centra nulla il NIE … o meglio!

Il NIE è praticamente un numero identificativo (possiamo paragonarlo al Codice Fiscale).

Può essere assegnato in via “provvisoria” (Ho messo tra virgolette la “provvisoria” in quanto non è che scada il NIE, quello sarà sempre vostro) per vari motivi, il così detto “NIE bianco”. Poi sarà residenza quello che volgarmente chiamano “NIE definitivo” o “NIE verde”.

Nulla toglie di fare direttamente la residenza (se vogliamo continuare a chiamarlo “NIE verde” … non cambia nulla) senza fare il così detto “NIE bianco”.

Per chi arriva da un paese comunitario in Spagna la residenza viene fatta dimostrando di poter vivere nel territorio spagnolo senza essere a carico dello Stato spagnolo!!

Praticamente la persona deve (casi più comuni):

  • avere un lavoro (dipendente o autonomo) e quindi un introito di denaro e versare alla Seguridad Social quello che è necessario per avere l’assistenza medica.
  • Dimostrare di avere dei risparmi o soldi che garantiscano il vivere e fare una assicurazione medica privata che copra le eventuali problematiche di salute.
  • Avere una rendita (per esempio pensione) e la sanità viene coperta e garantita in altro modo, per esempio nel caso dei pensionati con il modello S1 con il quale lo stato italiano si impegna a pagare la sanità spagnola.

In tutti i casi la persona che richiede la residenza deve avere anche un tetto sopra la testa e quindi o un contratto di affitto o una proprietà immobiliare (casa) nel territorio spagnolo.

Domicilio e residenza fiscale

Da quando si ha la residenza si intende dichiarare anche il domicilio (la sede degli affari o interessi di una persona).

Si hanno quindi tutti i diritti, obblighi e doveri come tutti i residenti e cittadini di un paese che sia Spagna o Italia, tra cui anche quello di pagare le tasse.

Si è quindi anche “residenti fiscali” e per tutti i redditi percepiti sia in Spagna che in Italia e in qualsiasi altro luogo nel mondo si dovranno pagare le tasse in Spagna!

Veniamo adesso però al vero succo della questione!

Dalla domanda deduco che il lettore voglia sapere se basta avere la residenza in Spagna per pagare le tasse solo in Spagna (magari alle Canarie).

In particolare per gli Italiani, le tasse si pagano solo in Spagna quando il cittadino italiano ha provato di essere non più domiciliato in Italia e cioè di aver spostato all’estero anche il centro dei propri interessi vitali.

Questo comporta dimostrare di passare la maggior parte dell’anno (almeno 6 mesi e 1 giorno) al di fuori del territorio italiano.
Dimostrare di non avere interessi ancora in Italia (per esempio la famiglia) e di avere il lavoro all’estero ed altro.

L’ho messa molto semplice ma devo dire che non lo è!

La dimostrazione all’Agenzia delle Entrate o altri Organi controllori italiani dell’effettiva residenza all’estero può essere cosa ardua.

Sempre consultare professionisti in Italia

Per questo motivo vi pregherei consultare un avvocato, fiscalista o commercialista preparato ed aggiornato in Italia per avere maggiori sicurezze e spiegazioni più approfondite.

Potete anche leggere i molteplici articoli che si trovano nel web sotto le voci “residenza all’estero”, “residenza fiscale estero requisiti” o altro di simile tanto per capire la portata del problema.

Comunque … rimango sulle cose semplici e dò sviluppo a quello che ho scritto nel paragrafo precedente “In particolare per gli Italiani, … “.

Per un italiano il primo passo per dimostrare di essere un residente all’estero è quello di dichiarare allo stato Italia di essersi trasferiti.

Questo si fa tramite l’iscrizione all’AIRE (Anagrafica Italiani Residenti Estero).
Vi rimando all’articolo che avevo già scritto per capire meglio di cosa si tratta, potete anche guardare nel sito Fast.it il portale dei servizi consolari.

Il secondo passo è quello di dimostrare che il domicilio (centro vitale dei propri interessi) non è più in Italia. 

Questo centro di interesse vitale è quello che può essere arduo da dimostrare in quanto, per esempio, anche i famigliari (moglie e figli) che rimangono in Italia possono far spostare la lancetta su una non effettiva residenza estera.

Io comunque mi fermo e vi ripeto, nell’eventualità necessitiate approfondimenti su questo, di contattare professionisti italiani (avvocati, fiscalisti, commercialisti, etc.).
Vi possono delucidare molto meglio di me anche in funzione di nuove sentenze o casi sull’argomento.

Nel caso in cui non si riesca a dimostrare l’effettiva residenza fiscale spagnola (meglio dire domicilio fiscale), ci sarà la richiesta del pagamento delle tasse anche da parte dell’Italia.

Spero di essere stato utile e ringrazio il lettore per lo aver fornito lo spunto.

4 1 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest

95 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Salvatore

Salve, Sono residente in Italia ed ho una partita Iva italiana per la vendita di servizi online alle aziende residenti in Italia e in più ho un e-commerce che vende in Italia . A Maggio 2023 vorrei trasferirmi ad Ibiza per 6 mesi ed ho preso già informazioni su come posso avere il NIE . In quei mesi che vivrò a Ibiza io continuerò a lavorare e a stipulare contratti con aziende italiane e a vendere prodotti col mio e-commerce in Italia.
Volevo chiedervi, in questo caso ho il bisogno di avere una partita Iva anche in Spagna e dovrò pagare le tasse sia in Spagna e in Italia ? Oppure no, come dovrei procedere ? Grazie a presto.

Salvatore

Salve, grazie per avermi risposto !
Le dicevo del NIE, perchè mi hanno detto che ne ho di bisogno per firmare un contratto di affitto per sei mei !!!
Infatti non appena mi hanno detto ciò, ovvero ieri ho cercato di informarmi.
Mi collegherò al form per fare richiesta, buona giornata !

Nora

Buongiorno , sono una pensionata con pensione italiana residente in Germania. Voglio vendere casa qui in Germania per trasferirmi n Spagna. Gentilmente vorrei sapere se mettendo quindi la residenza in Spagna il ricavato di tale vendita dovrà essere tassato in Spagna. Grazie mille.

Andrea

Grazie comunque per l’articolo. Molto chiaro

Last edited 3 mesi fa by Andrea
ANDREA

Salve.
Mi sono trasferito in Spagna nel dicembre del 2018 ed ho lavorato in maniera continuativa per un’azienda spagnola fino il 30 settembre 2021, dopodichè sono tornato in Italia.
Nei 3 anni vissuti in Spagna non mi sono mai iscritto all’aire e ho richiesto tardivamente l’empadronamiento (solo nell’agosto del 2020), ho però presentato le dichiarazione dei redditi relative agli anni 2020 e 2021.
La mia domanda è la seguente: posso usufruire dell’agevolazione fiscale per i rimpatriati non essendomi mai cancellato dall’anagrafe del mio paese italiano? Dispongo di tutte le buste paga, contratto di lavoro, delle dichiarazioni dei redditi fatte in Spagna e del NIE verde preso nel dicembre del 2018. Il mio commercialista presume di si, mentre chi mi fa le buste paga nell’azienda in cui lavoro ora mi dice di no.

Andrea

Grazie della risposta e dell’attenzione che mi ha dedicato.
Condivido il suo pensiero, ossia: non so se è il caso di muovere vespai e per questo sto studiando la situazione.
Le farò sapere qualcosa appena mi sarò informato meglio.

Per il momento, quello che penso io è che la mia residenza fiscale (che non è uguale alla residenza anagrafica) sia in Spagna per gli anni 2019 2020 e 2021 dato che ho pagato le tasse in Spagna tramite il pagamento dell’irpef in busta paga per tutto l’anno (bastano 183 giorni) e soprattutto per gli anni 2020 2021 avendo presentato la dichiarazione dei redditi in Spagna. Essendo tornato in Italia nell’ottobre del 2021 e avendo iniziato a lavorare a dicembre, nella dichiarazione dei redditi spagnola ho inserito anche questo mese lavorato in Italia.

Italia e Spagna sono paesi convenzionati e hanno un’accordo che evita le doppie imposizioni fiscali (di questo sono sicuro) quindi se si presenta la dichiarazione e si pagano le tasse in un paese non bisogna farlo nell’altro, l’importante è farlo correttamente. ES: se lavoro da gennaio a settembre in Spagna e poi da ottobre a dicembre in Italia, dovrò presentare la dichiarazione dei redditi, per l’anno interessato, in Spagna perchè per la maggior parte dell’anno (bastano 183 giorni su 365) ho lavorato in Spagna. Sarebbe sbagliato fare il contrario.

Come già scritto, tornerò a farle sapere qualcosa di più a titolo informativo nella speranza che la mia ricerca si di aiuto a qualcuno.
Un saluto

roberta

salve mi sto per trasferire in spagna ma non riesco a spiegare al ministero dell’istruzione la posizione scolastica di mia figlia: 16 anni compiuti e terminato il secondo liceo classico…a quale scuola dovrò iscriverla? eso o bacillerato?non mi sanno rispondere…non capiscono la struttura della scuola italiana grazie

Valentina

Buongiorno, mi chiamo Valentina, attualmente sono in Spagna (da un paio di settimane ma ho intenzione di rimanere a lungo), non sono fissa in una città ma sto viaggiando per conoscere questa bella terra. Ho intenzione di trasferirmi in Spagna, visto che siamo agli inizi di giugno, sto cercando lavoro come stagionale negli alberghi, lavoro che ho già fatto in Italia. Per questo devo fare il Nie cosiddetto bianco e cioè il numero di identificazione dello straniero. Visto che non ho un domicilio fisso, saprebbe dirmi cosa dovrei scrivere in quel campo del modulo da compilare? Un’altra domanda, nel mio caso il motivo sarebbe economico o professionale? Ho bisogno di portare qualche documento che attesti questo motivo del trasferimento? Perché se così fosse non saprei cosa portare, visto che ancora non ho trovato lavoro. La ringrazio anticipatamente per la sua disponibilità, e per tutte le informazioni che ci da.

Giulia

Salve, ho ottenuto un lavoro in spagna che mi permette di lavorare da remoto. Devo fare richiesta Nie, ma almeno per il primo periodo non mi trasferirò in Spagna in quanto non me lo posso permettere economicamente. È possibile richiedere il nie in qualsiasi città in Spagna mettendo nel formulario ex15 un indirizzo italiano? Leggo cose discordanti, chi dice che si può richiedere in qualsiasi città, chi sostiene che si può andare solo negli uffici extranjería della provincia in cui si risiede.
La ringrazio in anticipo

Giulia

Salve SerBer, innanzitutto grazie per tutte le informazioni che ci dai!
io vorrei sapere quale documento devo fare per ottenere gli sconti su traghetti e aerei in quanto il mio compagno ha un attività e possiede una casa nelle baleari. Sono molti anni che mi ritrovo a fare avanti e indietro dall italia più volte al mese per andare a trovarlo e i costi di viaggio sono diventati insostenibili per me. Io ho già il nie bianco. Non ho capito se per ottenere questi sconti devo possedere il NIE Verde o mi basta essere impadronata dal mio compagno. Le informazioni che trovo sui vari siti dell isola sono tutte diverse e non capisco quali sono i requisiti che devo avere. Io lavoro e vivo in italia ma non posseggo la disponibilità economica di 8000€ sul conto così come ho letto su qualche sito. A me interessa solo avere questi sconti. Mi potresti aiutare per favore? Ti ringrazio!!

Gianluca

Salve,
sono italiano ed ho appena avuto un cotratto spagnolo e a breve mi iscrivero all AIRE.

Come letto sopra , in caso in cui la moglie ed i figli non si trasferissero in Spagna potrei avere delle difficolta per regime fiscale e quindi doppio con compensazione.

Nel caso in cui si ci separa si incorre in qualche rischio?

Grazie

Gianluca

Francesca

Inoltre….ho diritto agli assegni famigliari solo se ho il nie verde? E la sanità viene dedratta in busta, come in francia?

Francesca

Posso ottenere il nie verde se sono ospite a tenerife? E da ospite possono farmi un contratto di affitto? Senza nie verde posso iscrivere mio figlio a scuola?
Se il mio compagno è lavoratore dipendente devo sempre avere un deposito di 7000 a persona in banca per ottenere il nie verde?
Grazie Francesca

Masotti maristella

Coppia di pensionati con figlio 53 anni separato e nipote di 24 anni possiamo trasferirci e risiedere alle canarie anche trasferendo risparmi e avendi redditi di affitto dallitalia?

giuseppe

Buongiorno sig Serber
Ho delle richieste di delucidazione da chiederle.
Sono italiano iscritto all A.I.R.E. residente per lo stato italiano in Rep.Dominicana,pensavo di chiedere la residenza alle Canarie,sono pensionato INPS,ovviamente essendo iscritto all A.I.R.E. non ho la tessera sanitaria, ne il servizio sanitario,se non urgente al pronto soccorso, quando rientro in Italia .La pensione mi arriva in una banca della Rep.Dominicana al netto cioè tassata,perchè non c e l accordo bilaterale con questo stato.Secondo la sua conoscenza mi converebbe cambiare residenza,che percentuale di tassazione avrei,vantaggi e svantaggi in generale. Grazie.

Madelyn cervantes

Ciao sono di nazionalità cubana con residenza in Italia posso trasferirmi in Canaria e chiedere residenza in Las palmas de gran Canaria?

Andrea

Salve,
sono alle Canarie da poche settimane e non lavora al momento, quindi non ho il nie, posso acquistare un’auto usata da un privato e fare l’assicurazione anche senza il nie?
Grazie mille

Antonio

Grazie Serber per la sua celere risposta. Tutto chiaro, solo un dettaglio: se prendo la residenza fissa qui, suppongo che questa includa anche quella fiscale. A questo punto che tipo di impuestos devo pagare se non lavoro qui e non utilizzo la sanità locale ma quella privata?

Antonio

Salve. Mi trovo a Leon per il momento. Sono in possesso di un NIE bianco. Vorrei sapere se è possibile ottenere la residenza in Spagna non lavorando ovvero nonostante non sia in età pensionabile vivo della mia rendita o eredità lasciatami dai miei genitori. Continuo a pagare le tasse in Italia regolarmente e faccio ritorno in Italia duranti vari mesi varie volte all’anno. Ho un regolare conto in banca in Spagna e un’assicurazione medica privata. Come devo regolarmi legalmente e quali sono i miei obblighi fiscali per la Spagna non lavorando qui ma potendo dimostrare di ricevere mensilmente i fondi dall’ italia? Grazie

Daniel

Buongiorno sig. Serber, io sono in possesso del nie bianco dal 2018 con il quale ho comprato due appartamenti nel 2019 ed aperto un conto corrente in Spagna; da allora faccio avanti e indietro anche perché un appartamento lo affitto per brevi periodi. Vorrei sapere quanto tempo posso soggiornare in Spagna nel 2021, avendo solo nie bianco in Spagna, visto che vorrei passare l intera estate li. Grazie , Daniel

Vincenzo

Buongiorno Sig. Serber,

ho letto i tanti commenti e indicazioni che lei ha dato e le volevo chiedere anche io se mi poteva dare delle indicazioni.
Mi sono spostato da un paio di mesi in Spagna e vivo con la mia fidanza che è spagnola e viviamo insieme nella sua casa, lei ha un lavoro regolare qui in Spagna. Io invece al momento ho mantenuto il mio lavoro con una azienda italiana non essendo obbligatoria la presenza sto lavorando in smartworking e vado in Italia solo per una settimana ogni mese e mezzo circa. La mia intenzione è di vivere qui, e mantenere il lavoro che ho in Italia è possibile?
Dovrò comunque richiedere l’iscrizione all’EIRE ma come faccio se poi non posso dichiarare che ho un lavoro qui o un indirizzo di casa intestato a me?
Inoltre con le tasse come funziona posso mantenere il domicilio fiscale in Italia e trasferire la residenza qui?
Grazie mille
Vincenzo

Gian Luca

Buongiorno Serber… Io invece ho un bel problemone…. Sono residente in Spagna de tempo me purtroppo ho commesso l’ errore di non iscrivermi all’ AIRE ( cosa che ho fatto ma non ho ancora ricevuto la conferma, e per ciò che mi è stato detto terdera’ molto e tra pochi giorni.miscade l’ unico documento che certifica la mia identità in abbinamento al NIE verde. Il passaporto e non so come poter fare per ricevere un altro documento provvisorio sempre che si possa richiedere. Se hai modo di aiutarmi te ne sarei molto grato. Saluti

Aldo

Buongiorno Sig. Serber,
Sono pensionato da pochi mesi residente in Italia ma attualmente ho raggiunto mia moglie, Insegnante in un liceo Italiano, a Las Palmas de GC dove sta seguendo un master presso la locale università e rientreremo in Italia alla fine del mese di giugno 2021.
Come studentessa lei ha immediatamente ottenuto il NIE grazie all’iscrizione al corso di studi, e presentando alla ns ASL italiana la documentazione che attesta l’iscrizione e frequenza al corso universitario anche il modulo S1.
Abbiamo un contratto di affitto intestato ad entrambi.
La stessa ASL mi riferisce che io non posso avere il modulo S1 in quanto dovrei essere iscritto all’AIRE, ma il comune di Vicenza dove risediamo non lo rilascia per periodi di assenza inferiori ai 12 mesi e noi sicuramente rientreremo prima.
Chiedo quindi se ci sono possibilità di ottenere il NIE senza S1 oppure di ottenere il modulo S1 come ricongiungimento famigliare o simile. Grazie e cordialità

Giovanni

Salve, sono un lavoratore dipendente Italiano e ho la possibilità di lavorare da remoto con il pc.
Al momento sono alle Canarie in Smart Working e starò qui per qualche mese, ma l’intenzione sarebbe quella di trasferirmi qui e prendere la residenza.
Le chiedo sostanzialmente un consiglio:
secondo lei mi conviene aprire una “partita iva” direttamente qui in Spagna e diventare autonomo, o continuare a fare il lavoratore dipendente per la mia azienda?
Il primo caso mi sembra abbastanza semplice e descritto bene nell’ultimo post qui sopra, il secondo invece (che preferirei per una mia sicurezza e tutela), potrebbe essere invece più ostico?
Potrei essere soggetto comunque a doppia tassazione? Potrebbe volerci più tempo?
Lei cosa farebbe?

Rosario

salve intanto grazie per le preziose informazioni…
Io lavoro online e ho una p.iva autonoma in italia vorrei trasferirmi alle canarie e risiederne fiscalmente per ottenere il NIE basta per dimostrare che sono in grado di sostenermi? e inoltre dopo è possibile aprire una p.iva alle canarie chiudere la mia in modo da non avere nulla che mi leghi all italia (non ho case di propietà… e non sono sposato…ho solo i genitori e fratelli in italia ma non credono contino per l agenzia delle entrate giusto?) inoltre i 183 giorni dall iscrizione all AIRE devono essere consecutivi? chiedo scusa per le troppe domande ma come può immaginare sono un po confuso… la ringrazio per le risposte e ancora tante grazie

Vanessa

Salve, avrei una domanda sulla sanità. Se ho già ottenuto il NIE verde e sono iscritta all’AIRE ma, per un qualsiasi motivo, cesso di lavorare e dunque di pagare le tasse e magari resto per un pò senza lavoro, campando dei miei risparmi, sempre risiedendo nelle isole canarie, perdo il diritto alla sanità pubblica? Non mi è chiaro un passaggio: mi sono iscritta all’AIRE e ho perso così il diritto alla sanità pubblica italiana, ma se qui smetto di lavorare, e dunque di essere contribuente, perdo il diritto anche alla sanità pubblica canaria? E poi come mi curo? Chi mi tutela?

Christian

Salve sono residente in Italia e ho una srl qui in italia. Ho anche una casa intestata qui in Italia di cui sto pagando il mutuo.
Vorrei trasferirmi alle Canarie e aprire una società li e prendere la residenza fiscale ma ho alcune domande:

Per ottenere la residenza fiscale li devo stare obbligatoriamente 183 giorni sul territorio? (anche se il mio lavoro è completamente online?) Oppure posso registrare semplicemente la sede legale li (che coinciderebbe con l’indirizzo della casa che prenderei in affitto) e decidere io quanti mesi effettivamete starci?
Grazie per l’eventuale risposta

Francesca

Buonasera Sergio
innanzitutto La ringrazio per la cortese risposta.
Mi permetto ancora di chiederle alcuni chiarimenti, spiegando meglio la mia situazione.
Ho ottenuto il NIE verde (come lo chiamano gli italiani e che forse allora non era legato ad una residenza fiscale) una decina di anni fa, quando sono arrivata a Tenerife in seguito purtroppo alla morte di mio fratello che viveva nell’isola da parecchi anni e possedeva una casa. Per sbrigare quindi tutte le pratiche per la successione mi sono recata alla Polizia e in breve mi hanno fornito questo codice. Successivamente (circa 5 anni fa) ho portato la mia residenza fiscale e sono diventata cittadina AIRE. Ho avuto per un anno una doppia tassazione sulla mia pensione, che poi nel giro di qualche hanno è stata regolata. Ora immagino che questo non avvenga più, rientrando come residenza fiscale in Italia. Il codice comunque mi ha confermato che rimane e con questo posso ancora usufruire degli sconti aerei (che avevo anche quando non ero ancora AIRE)?
Ho poi alcuni dubbi sul pagamento delle tasse sul reddito che percepirò dall’affitto della casa. Leggendo vari articoli non riesco a capire se le tasse sulla locazione dell’immobile estero vanno pagate nel paese nel quale il reddito è stato prodotto per poi in Italia avere diritto ad un credito d’imposta.
Se quanto ho scritto le sembra interessante ed utile ad altre persone La autorizzo a pubblicare le mie domande e i suoi commenti
In attesa di una sua cortese risposta, La saluto cordialmente
Francesca

Francesca

Buongiorno sono cittadina italiana iscritta AIRE e con residenza fiscale a Tenerife. Ora vorrei tornare in Italia e per fare questo è sufficiente che vada al mio comune italiano per chiedere la cancellazione? Poi in Spagna cosa devo fare? Mi tolgono il NIE verde anche se nell’isola ho un reddito per affitto di una casa di mia proprietà.
Grazie
Francesca

Vasco

Buongiorno, sono un pensionato IMPS devo partire dall’ Italia per andare a fare residenza aTenerife, quali documenti devo portare con me per fare residenza per non incorrere in problemi che mi manchi qualche incartamento, ho chiesto all’ ASL per il modulo S1 ma mi hanno detto che questo me lo rilasciano dopo che ho fatto la residenza é corretta questa cosa? o senza quello non mi accettano le pratiche, inoltre cosa serve di preciso per spostare la pensione, o posso farlo dopo che mi anno dato la residenza, ho già il NIE bianco un conto corrente aperto e un appartamento di mia proprietá, inoltre sono sposato e mia moglie ancora lavora in Italia ho un figlio che abita a Londra iscritto all’ AIRE devo fare qualche dichiarazione a riguardo? La saluto e grazie se potrebbe darmi qualche indicazione

Mariliana

Salve, vivo in Gran Canaria da diversi anni e da due sono residente fiscale qui. Per il pagamento delle tasse il mio commercialista Spagnolo mi dice che le devo pagare tutte in Spagna, compreso un reddito da affitto che percepisco in Italia. Viceversa il mio commercialista Italiano dice che essendo il bene in territorio Italiano i proventi li devo pagare in Italia. La conseguenza è stata che ho pagato due volte le tasse richieste….in Spagna e anche in Italia. Secondo

Vittorio Gernone

Salve sono un pensionato retributivo invalido e dovrei fare la residenza in Spagna zona Madrid per esigenze di salute, come posso fare?
Grazie

Andrea

Salve, vivo e lavoro a Tenerife, sono iscritto all’AIRE e ho la residenza fisica qui alle Canarie. Vorrei sapere che iter seguire per poter cambiare la mia residenza fiscale qui alle Canarie. Vivo e lavoro qui da oltre 7 mesi, vorrei capire a quelle ufficio rivolgermi per il cambio e la documentazione necessaria.
Grazie mille per l’aiuto.

Mary

Buongiorno Serber,
lavoro e vivo in Spagna da qualche mese con ”NIE bianco” e voglio richiedere la residenza ed il ”NIE verde” in quanto ho in programma di fermarmi qui.
In Italia ho una casa di proprietà. Spostando in Spagna la mia residenza e comunicandolo all’ARIE, come funzionerebbe a livello di tasse?
Grazie un saluto!

Luca

Salve ho una domanda, sto cercando lavoro in Spagna, nel caso lo trovassi richiedendo la NIE è possibile mantenere la residenza in Italia? Oppure nel momento che richiedo la NIE ufficialmente la mia residenza non sarà più in Italia?

Roberta

Buongiorno,
sono italiana residente in Furteventura iscritta AIRE, in questo momento non sto lavorando, non ho contratto di lavoro, sono in Senegal con il mio compagno e mia figlia recentemente nata, stiamo inviando la trascrizione nascita in Italia per avere il suo passaporto!
Vorrei sapere se mi fermo in Senegal per piú di 6 mesi perdo la residenza in Fuerteventura?. o se non é cosí.. quanto posso restare fuori dal territorio spagnolo?
Come dovrei muovermi per poter restare in Senegal piú tempo possibile senza perdere la possibilitá di rientrare in Fuerteventura e lavorare un periodo o poter farmi visitare dal mio medico?
Mia figlia puó avere in Italia la tessera sanitaria? Deve essere iscritta al comune di domicilio dei miei genitori? visto che io non ho casa.
Grazie per tutte le informazioni che riuscite a darmi.
Un saluto

federico

Buongiorno,
una volta inscritto all’Aire, e mettendo un domicilio Spagnolo, in automatico mi viene riconosciuta la residenza in Spagna? o devo fare qualche altro passo?
grazie

Giancarlo

Buongiorno,
io lavoro in UK ma avendo un’attività online, posso spostarmi tranquillamente durante l’anno.

Una domanda, se restassi per più di 183 giorni in un anno in Spagna anche se la mia residenza è in UK, cosa rischio se la le autorità spagnole si accorgono di questo?

Grazie

Angelina

Ciao Serber,
mio marito è pensionato e residente fiscale (nie verde) in Gran Canaria da giugno 2017. Io non lavoro e per avere subito il nie verde ho dovuto fare un’assicurazione privata e dimostrare che potevo avere una rendita per vivere lì perché la pensione di mio marito comunque era bassa e non poteva coprire anche la mia posizione. A luglio 2018 ho avuto il nie verde ma non ho fatto ancora l iscrizione all aire. Io non lavoro tutto ora. Volevo sapere in che modo posso usufruire della copertura sanitaria di mio marito come pensionato dall’Italia. Lui ha una pensione da €840 che ora con la defiscalizzazione è diventata €950 . Grazie per l info.

Stefano

Ciao, più che una domanda è una conferma.

io sono residente a Tenerife(NIE Verde) da Settembre 2018, ma non mi è arrivata nessuna comunicazione da nessun ente italiano.

A febbraio tornerò definitivamente in Italia.

Non ho fatto l’iscrizione all’AIRE e ho una casa di proprietà in Italia

Devo rifare la residenza nel mio comune di appartenenza, giusto?

Ely

Ciao Seber, hai indicazioni sulla procedura per cancellare la residenza in Spagna?
Quindi come togliere il nie verde ( io non ho percepito alcun reddito e vivo a casa di amici) e non sono iscritta all’ Aire. Ti ringrazio in anticipo.

Marta

Ciao Serber!
Siamo una famiglia italiana residente attualmente in Svizzera. Stiamo pensando di trasferirici a Gran Canaria (io e i miei due bambini) mentre mio marito continuerebbe a lavorare in Svizzera facendo avanti e indietro, e continuando ad avere la residenza svizzera. Sarebbe possibile in questo caso ottenere la residenza alle Canarie solo per noi tre?
Grazie del tuo aiuto.

Noemi

Ciao, la domanda è per conto di mia cognata il cui unico figlio ha casa di proprietà e residenza in Spagna, potrebbe lei prendere residenza con il figlio pur rimanendo in Italia a lavorare e dove paga le tasse visto che percepisce la piccola reversibilità del marito defunto e possiede un appartamento non agibile e dove non può prendere residenza… Il problema nasce proprio dal fatto che qui non può prendere residenza ma solo domicilio a casa del cognato altrimenti sarebbe costretta a condividere lo stato di famiglia e non può permettersi un affitto.
Forse è una domanda un po’ complessa, ma spero di essere stata chiara. Grazie

Filippo

Ciao Serber,
io sono un caso un po speciale, ovvero vivo in spagna ma ho un contratto di lavoro italiano che voglio mantenere.

Mi sono informato un po leggendo vari blog e consultando amici vari ed ho capito che anche se sei residente in spagna (nie verde) non devi pagare tutte le tasse in spagna per il principio della “doppia tassazione” in La tua Europa leggi questo.

Ho trovato anche questa sezione che descrive abbastanza bene i vari punti nel portare dell’Agenzia delle Entrate.

Nel mio caso avendo un solo reddito di lavoratore dipendente italiano, da quello che ho capito non devo fare “nulla” ne in spagna ne in italia.
Se dovessi un giorno avere un reddito ulteriore, dovrei dichiararlo e tassarlo nel paese di origine del reddito.

Mi sto sbagliando?

Lorenzo

Per i lavoratori è diverso dai pensionati.
In breve, il lavoratore dipendente deve pagare le tasse sia nel paese in cui genera il reddito sia nel paese di residenza fiscale.
Gli accordi tra Italia e Spagna permettono di evitare la doppia tassazione.

Nel caso descritto (lavoro in Italia e risiedo in Spagna), si pagano le tasse solo in Italia essendo più alte di quelle Spagnole.

Nel caso opposto, (lavoro in Spagna ma sono residente in Italia), si pagano le tasse in Spagna e la restante parte (la differenza tra il gettito Italiano e quello Spagnolo) viene pagata in Italia.

Francesca

Ciao Serber! Inanzitutto grazie per il tuo articolo, è la prima volta che ti leggo ma il tuo modo preciso ma allo stesso tempo semplice di scrivere rendono l’articolo molto esaustivo. Volevo chiederti se l’iscrizione all’AIRE(e tutto l’iter che richiedere) fatta dopo un paio di mesi di lavoro all’estero (nel mio caso Madrid), comporta comunque il pagamento delle tasse in Italia per il periodo antecedente all’iscrizione o se avendo un contratto di lavoro in atto già da qualche mese potrò pagare le tasse dovute per questo contratto direttamente in Spagna l’anno prossimo. Grazie anticipatamente

ded

Ciao, MI potresti dire come hai fatto ad avere la residenza in spagna mantenendo il lavoro in Italia?

Vorrei avere la loro residenza pur lavorare qua in Italia.

Giovanna Tumminello

Mi trovo in Spagna e per fare la residenza mi chiedono S1 che non c è l’ho, mia figlia deve partorire sono andata a farmi il NIE e mi hanno chiesto S1… Non so cosa fare. Vi ringrazio se mi potete aiutare a cosa fare